Ordina

Studio delle nanoparticelle negli alimenti e relativa valutazione del rischio

Webinar
Studio delle nanoparticelle negli alimenti e relativa valutazione del rischio

Modalità di pagamento

Paga con PayPal o con Carta di Credito

On-demand

Prezzo: 7.00
ISBN: 9791280503312

Banner Master

 

 

A conclusione del percorso formativo, la dottoressa Barbara Piani presenta il suo Project Work, assistita dal docente tutor Prof. Agostino Macrì.

 

L’impiego della nanotecnologia nel settore alimentare ha determinato numerosi vantaggi dal punto di vista nutrizionale, produttivo ed economico, con ripercussioni sia sulla nostra salute, che sull’ecosistema. Ha permesso, infatti, di migliorare le proprietà organolettiche, la shelf life, la sicurezza, il valore nutrizionale degli alimenti, nonché di innovare gli imballaggi, favorendo una produzione sostenibile, riducendo gli scarti e l’impatto ambientale. Tuttavia l’elevata area superficiale dei nanomateriali ingegnerizzati, che conferisce loro maggiore reattività e proprietà chimico-fisiche del tutto nuove, le ridotte dimensioni delle nanoparticelle e la relativa insolubilità in acqua, destano preoccupazione e sollevano molti interrogativi sui rischi che ne potrebbero derivare per i consumatori in seguito ad una esposizione a medio e lungo termine e ad un eventuale bioaccumulo.

 

Dott.ssa Barbara Piani

Ha conseguito la laurea in Scienze e Tecnologie Alimentari all’Università degli Studi di Udine nel 1994 e successivamente ha ottenuto l’abilitazione all’esercizio della professione di Tecnologo Alimentare nello stesso Ateneo. In seguito ad un’esperienza biennale in un’Azienda di ristorazione collettiva, nel controllo qualità del servizio aziendale e di refezione scolastica, ha poi collaborato con un laboratorio chimico come tecnico di laboratorio e responsabile assicurazione qualità. Dal 2000 si sta occupando della gestione delle attività di laboratorio chimico-fisico ed analitico del Dipartimento di Scienze Agroalimentari, Ambientali ed Animali dell’Università degli Studi di Udine, finalizzate ad attività di ricerca e di didattica. Collabora, inoltre, con strutture ed Enti esterni nella stesura e nella realizzazione di progetti scientifici. I suoi interessi di studio riguardano prevalentemente il settore alimentare e l’intreccio tra alimentazione, agricoltura e ambiente. È co-autrice di pubblicazioni scientifiche su riviste nazionali ed internazionali con impact factor, di atti di convegni e di contributi in capitoli di libri ed inoltre correlatrice di alcune tesi di laurea successivamente pubblicate su riviste internazionali indicizzate. 

 

Prof. Agostino Macrì

A diciannove anni inizia a lavorare all’Istituto Superiore di Sanità come tecnico di Laboratorio e come studente lavoratore si laurea in Scienze Biologiche e in Medicina Veterinaria.
pluridecennale carriera presso l’Istituto Superiore di Sanità dove si è occupato di problematiche inerenti la sicurezza degli alimenti e di sanità pubblica veterinaria che, come è forse noto, ha il compito di prevenire malattie che l’uomo potrebbe contrarre mediante gli animali o gli alimenti di origine animale (carne, latte, uova e miele).
Ha pubblicato oltre duecento articoli su riviste scientifiche nazionali ed internazionali ed ha tenuto diverse centinaia di relazioni, seminari, corsi di Specializzazione, convegni, simposi in Italia e all’estero. Ha fatto parte di Comitati Scientifici nazionali ed internazionali che gli hanno permesso di accrescere le sue conoscenze in tossicologia e farmacologia veterinaria, alimentazione degli animali da allevamento, sicurezza degli alimenti di origine animale. Ha maturato una buona esperienza negli interventi in situazioni di emergenza avendo collaborato su problemi che si sono verificati nel corso degli anni quali i residui di farmaci ed ormoni nelle carni, la “mucca pazza”, la contaminazione da diossina, l’influenza aviaria, gli allarmi terroristici di avvelenamento degli alimenti, ecc.
Per sette anni accademici è stato docente alla Facoltà di Scienze, presso l’Università “La Sapienza” di Roma. Attualmente è professore di “Ispezione degli alimenti” all'”Università Campus Biomedico” di Roma.




 

INFO@CLIOEDU.IT

SEGUICI SU FB